Perché: La nuova piattaforma online mira a colmare divario tra Corporate World & ONG in Egitto

All’inizio di quest’anno, Il Cairo 360 profilata una ONG che erano state facendo progressi nell’affrontare le lotte dei rifugiati in Egitto. Anche se il soggetto è ben lungi dall’essere un tema caldo-tasto in Egitto del 2013, il conflitto in Siria ha reso il lavoro della ONG, almeno un po ‘rilevante, con il numero di profughi siriani che hanno triplicato nei dodici mesi precedenti.

A quel tempo, l’ONG era in un buco nero finanziario e aveva un disperato bisogno di donazioni e volontari. Ma ciò che è importante da sapere su questo particolare Ong è che non si tratta di tre hippies e propri computer portatili seduti in un appartamento del centro fatiscente. Si tratta infatti di una macchina estremamente complesso e sofisticato di un’organizzazione che opera per aiutare i rifugiati in Egitto per dieci anni, il che rende la conclusione di questa storia ancora più straziante.

L’articolo si sviluppa su mezzi di comunicazione sociale; tanto che l’apprendimento quanta attenzione li stava facendo, rappresentanti della ONG chiesto che l’articolo venga deposto.

Perché?

Perché pur essendo una macchina molto complessa di una organizzazione che ha lavorato per aiutare i rifugiati in Egitto per dieci anni, l’ONG non aveva le licenze adeguate per operare legalmente. Temevano che a esporsi in modo esplicito ad una pubblicazione online, alcuni clientelare governo avrebbe catturare il vento e scenderà su di loro con tutta la forza della legge.

Nel grande schema delle cose, questo è solo un lato nota per l’apparentemente istituzionalizzata abbandono e la persecuzione delle ONG in Egitto; solo una cosa da aggiungere una alla lista di ridicolo – un elenco che è più probabile guidato ‘cose che possiamo fare per rendere la vita dura per le ONG’ e firmato ‘intercambiabile Uomo in vestito a buon mercato.’

Non è che ci sia una percezione sbagliata delle ONG in Egitto; è più che non sembra esserci alcuna percezione del tutto.

Tutto questo potrebbe cambiare, tuttavia, con il lancio imminente di causa; una nuova rivista on-line e la piattaforma da BridgEgypt, dove i non-profit e il mondo delle imprese può venire insieme in armonia.

“Stiamo cercando di raccontare le storie di coloro che intensificare per affrontare i problemi sociali”, dice BridgEgypt Managing Partner, Karine Kamel. “Che si tratti di aziende che stanno avanzando i loro programmi di CSR, le organizzazioni civili, le ONG e / o di imprese sociali che affrontano le cause pertinenti utilizzando mezzi diversi.”

Questo obiettivo apparentemente ambizioso, potrebbe sembrare in contrasto con la tradizionale dicotomia Ong-aziendale, ma come afferma Kamel, la responsabilità sociale è stato venendo alla ribalta del corporativismo egiziana.

“C’è un crescente interesse per la responsabilità sociale quando si tratta di aziende che non possono più permettersi di concentrarsi solo sul profitto. Questa tendenza ha iniziato circa dieci anni fa in Egitto ed è aumentato drasticamente dopo la rivoluzione, non solo in termini di numero di aziende che mostrare interesse, ma nel modo in cui vanno circa dei loro programmi di CSR. ”

Ma con molti siti web già fornendo informazioni ONG e banche dati, perché sta cercando di prendere le cose un passo ulteriore. “Il nostro obiettivo è quello di notiziabilità. Cerchiamo coloro che dimostrano forte impatto attraverso il loro lavoro.”

A questo proposito, sembra perché è una manna dal cielo per le ONG di tutto il paese. Il problema più grande, tuttavia, è come un azienda può beneficiare. Kamel punta a qualcosa che chiamano ‘Causa Matchmaking’ e insiste sul fatto che la responsabilità sociale è diventata una vera e molto necessario dettaglio in Egitto.

“Le aziende sono sempre più interessati a ottenere il giusto partner per fare in modo che la sostenibilità è parte del loro core business e che i loro sforzi in materia di RSI risuonano forte e chiaro. Non è solo un vantaggio competitivo, ma fondamentale per la fidelizzazione dei dipendenti e ritorni finanziari.”

Ma ciò che rende così affascinante perché è che, per fortuna o per la progettazione, l’idea colpisce un perfetto equilibrio tra non-profit e le imprese nella fornitura di comprendere reciprocamente essenziale che contribuirà a sostenere entrambe le parti.

“In un mondo sempre più interconnesso, la collaborazione è la chiave per il progresso”, dice Kamel. “Lavorare insieme per affrontare al meglio queste cause è diventato non solo un valore aggiunto, ma una necessità per l’impatto reale da raggiungere.”

E questo è il punto cruciale del perché. Non si tratta solo di un flusso scaglionato di donazioni e aiuti internazionali. Si tratta di costruire un sistema di auto-conservazione sia per le ONG e il mondo delle imprese.

“Anche se le imprese e non-profit parlano lingue diverse e hanno mentalità diverse, hanno anche somiglianze, l’idea è quella di capitalizzare su quelli.”

 lancia ufficialmente il Martedì 10 dicembre alle 10 del mattino. Per ulteriori informazioni su BridgEgypt, clicca qui.

recensione originale di perché: La nuova piattaforma online mira a colmare divario tra Corporate World & ONG in Egitto Cairo 360

Leave a Reply